Marco Antonucci

Legislazione professionale

Leggi, decreti, circolari della normativa nazionale e comunitaria

di Marco Antonucci - avvocato esperto in diritto amministrativo e comunitario

È in corso di esame, presso le Commissioni di Camera e Senato, lo Schema di decreto del Presidente della Repubblica recante regolamento relativo all'individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata.

In tal modo si attua quanto previsto dall'articolo 12, comma 2, del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83 (recante Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale) che prevedeva l'emanazione di un regolamento di delegificazione.

La finalità di tale testo è legato ad ampliare e precisare le ipotesi di interventi di lieve entità contemplate dal D.P.R. n. 139 del 2010, con cui è stato disciplinato il procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica per tale tipologia di interventi e operare ulteriori semplificazioni procedimentali.

Viene inoltre specificato per quali interventi è esclusa la richiesta di autorizzazione paesaggistica, sia nell'ambito degli interventi di lieve entità sia mediante definizione di ulteriori interventi minori privi di rilevanza paesaggistica.

Le esigenze di semplificazione nella materia trattata è che tra le procedure più segnalate dai cittadini e dalle imprese come fonte e causa di lungaggini e di ritardo risultano proprio le procedure relative al rilascio dell'autorizzazione paesaggistica e si auspica, di conseguenza, che lo scopo di tale normativa venga agevolmente raggiunto.
 

L’Autorità Nazionale Anticorruzione, con delibera 21 settembre 2016 (in G.U.R.I. 11 ottobre 2016 n. 238), ha emanato le Linee guida n. 2 di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Offerta economicamente più vantaggiosa”.

Il Consiglio di Stato, con il parere 1767/2016 del 2 agosto, le inquadra tra le linee guida non vincolanti e devono essere considerate alla stregua di istruzioni operative indirizzate alle stazioni appaltanti e finalizzate, perlopiù, a offrire alle amministrazioni aggiudicatrici formule e metodi, di natura tecnico-matematica, sulla valutazione delle offerte e sull’assegnazione alle stesse di un punteggio numerico.

Le Linee guida partono da un’analisi normativa per esaminare poi la valutazione degli aspetti qualitativi e quantitativi, nel caso di utilizzo del miglior rapporto qualità/prezzo, fornendo indicazioni sulle formule da utilizzare, sull’utilizzo dei criteri motivazionali, sulla riparametrazione dei punteggi singolarmente attributi a ciascun criterio prima e di quello complessivo dato alla componente qualitativa nel suo insieme.

La nuova nozione di offerta economicamente più vantaggiosa individua quattro diverse specifiche dell’unico criterio di aggiudicazione, individuabili in:

Rapporto qualità/prezzo;

Solo prezzo;

Costo/efficacia, tenendo conto anche del ciclo di vita;

Prezzo fisso e competizione sulla qualità.

Le stazioni appaltanti, in merito a tali linee guida non vincolanti, possono, secondo quanto specificato dal Consiglio di Stato nel predetto parere 1767/2016, discostarsene, a patto di adottare un atto che contenga una adeguata e puntuale motivazione, anche a fini di trasparenza, che indichi le ragioni della diversa scelta amministrativa.

Con il Provvedimento 5 ottobre 2016 dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (in G.U.R.I. 19 ottobre 2016 n. 245), è pubblicato il Regolamento per il rilascio dei pareri di precontenzioso.
 

Tale regolamento in oggetto costituisce attuazione dell’art. 211 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recante il nuovo Codice dei contratti pubblici, il quale stabilisce che l’ANAC esprime parere relativamente a questioni insorte durante lo svolgimento delle procedure di gara entro trenta giorni dalla ricezione della richiesta.

La principale novità introdotta dal regolamento risiede nella possibilità per le parti interessate di manifestare la volontà di uniformarsi al parere, con la conseguenza di renderlo vincolante, su istanza singola, qualora le altre parti esprimano il loro consenso entro dieci giorni dalla comunicazione dell’istanza, o su istanza congiunta, nella quale sia stata espressa la volontà di attenersi al parere.

Il parere dell'ANAC può inquadrarsi nelle ADR (Alternative Dispute Resolution), sia pure con tratti di specialità, poiché la procedura è basata sulla volontà delle parti, a seconda che vi sia o meno l’assenso all’efficacia vincolante del parere, e sfocia in un atto amministrativo che, quando ha efficacia vincolante, può essere impugnato in sede giurisdizionale.

Appare possibile ritenere, con tale nuova disposizione di legge resa attuativa dal regolamento dell'ANAC, una giurisdizione alternativa, che si auspica possa essere deflattiva del contenzioso dinnanzi al giudice amministrativo.

L'Assemblea di Palazzo Madama, nella seduta antimeridiana di giovedì 3 novembre, ha approvato il disegno di legge recante misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato, che ora passa all'esame della Camera dei Deputati.

Il disegno di legge riconosce, in particolare, la possibilità di emanare uno o più decreti legislativi in materia di rimessione di atti pubblici alle professioni ordinistiche, con l'individuazione degli atti delle amministrazioni pubbliche che possono essere rimessi anche alle professioni ordinistiche, in relazione al carattere di terzietà di queste, e il riconoscimento del ruolo sussidiario delle professioni ordinistiche, demandando agli iscritti l’assolvimento di compiti e funzioni finalizzati alla deflazione del contenzioso giudiziario e a introdurre semplificazioni in materia di certificazione dell’adeguatezza dei fabbricati alle norme di sicurezza ed energetiche, anche attraverso l’istituzione del fascicolo del fabbricato.

Vengono poi previsti integralmente deducibili, entro il limite annuo di 10mila euro, le spese per l’iscrizione a master e a corsi di formazione o di aggiornamento professionale nonché le spese di iscrizione a convegni e congressi.

Viene esplicitato, peraltro, che ai fini dell’accesso ai piani operativi regionali e nazionali a valere sui fondi strutturali europei, i professionisti sono equiparati alle piccole e medie imprese.

Viene infine prevista, al fine di consentire la partecipazione ai bandi e concorrere all’assegnazione di incarichi e appalti, la possibilità di costituire reti di esercenti la professione e consentire agli stessi di partecipare alle reti di imprese, in forma di reti miste.

Il disegno di legge, che potrebbe essere sicuramente implementato e migliorato per i liberi professionisti, è certamente un inizio di una politica di riconoscimenti e incentivi per le professioni intellettuali, che si auspica possa portare a una effettiva tutela per i lavoratori indipendenti e corrispondente alle esigenze attuali di mercato.
 

Camera dei Deputati

Attività dell'Assemblea

3 ottobre-6 novembre

Giovedì 6 ottobre la Camera ha approvato il disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 31 agosto 2016, n. 168, recante misure urgenti per la definizione del contenzioso presso la Corte di cassazione, per l'efficienza degli uffici giudiziari, nonché per la giustizia amministrativa (C. 4025-A). Il provvedimento è passato all'esame del Senato.
 

Attività delle Commissioni

3-9 ottobre

La I Commissione Affari costituzionali, in sede di Atti del Governo, ha proseguito l’esame dello schema di decreto legislativo recante testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale (Atto n. 308) (Rell. Giorgis - PD e Mazziotti di Celso, presidente).

La V Commissione Bilancio, in sede consultiva, per il parere alla VIII Commissione Ambiente ha proseguito l’esame del nuovo testo unificato del progetto di legge recante Norme per la realizzazione di una rete nazionale della mobilità dolce e per il recupero e per la valorizzazione delle infrastrutture dismesse, in stato di abbandono o sottoutilizzate (C. 72 e abb. – Rel. Laforgia, PD), rinviandone il seguito ad altra seduta. In sede di Atti del Governo, ha espresso parere favorevole sullo Schema di decreto legislativo recante individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti (Atto n. 322 – Rel. Librandi, SCpI). In sede di deliberazione di rilievi alle Commissioni competenti su Atti del Governo, la Commissione ha espresso valutazioni favorevoli alla VIII Commissione Ambiente, sullo Schema di decreto del Presidente della Repubblica recante regolamento relativo all'individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata (Atto n. 336 – Rel. Rubinato; PD).

La VIII Commissione Ambiente ha svolto l’audizione del Commissario Straordinario del Governo per la ricostruzione nei territori colpiti dal terremoto del 24 agosto scorso, Vasco Errani, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle politiche di prevenzione antisismica e sui modelli di ricostruzione a seguito di eventi sismici.

Le Commissioni riunite Ambiente di Camera e Senato, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sullo stato di attuazione e sulle ipotesi di modifica della nuova disciplina sui contratti pubblici, hanno svolto le audizioni di rappresentanti di Finco, di Anas Spa, dell’UPI e della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. 

 

10-16 ottobre

La I Commissione Affari costituzionali, in sede di Atti del Governo, ha proseguito l’esame dello schema di decreto legislativo recante testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale (Atto n. 308 - Rell. Giorgis, PD e Mazziotti di Celso, presidente).

La VII Commissione Cultura ha esaminato, in sede di Comitato ristretto, il provvedimento recante: Agevolazioni in favore delle start-up culturali nonché modifiche al testo unico di cui al decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, in materia di raccolta di capitali tra il pubblico per la valorizzazione e la tutela dei beni culturali (C. 2950 Ascani – Rel. Manzi, PD).

La VIII Commissione Ambiente, in sede referente, ha iniziato l’esame della proposta di legge recante Disposizioni per favorire interventi volti alla prevenzione e alla riduzione del rischio idrogeologico e sismico (C. 3342 Terzoni - rel. Mariani, PD). In sede di atti del Governo, ha iniziato l’esame dello Schema di decreto ministeriale recante approvazione delle linee guida concernenti la definizione delle pertinenze esterne con dimensioni abitabili atto n. 342 ( rel. Morassut - PD).

 

17-23 ottobre

La I Commissione Affari costituzionali, in sede referente, ha esaminato la proposta di legge recante Modifica all’articolo 75 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, in materia di decadenza dai benefìci in caso di dichiarazioni non veritiere (C. 3824 Misiani - Rel. Fiano, PD). In sede di Atti del Governo, ha concluso l’esame dello schema di decreto legislativo recante testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale (Atto n. 308) (Rell. Giorgis – PD e Mazziotti di Celso, presidente).

La VII Commissione Cultura, in sede referente, ha proseguito l’esame del disegno di legge recante Agevolazioni in favore delle start-up culturali nonché modifiche al testo unico di cui al decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, in materia di raccolta di capitali tra il pubblico per la valorizzazione e la tutela dei beni culturali (C. 2950 Ascani – rel. Manzi, PD).

La VIII Commissione Ambiente, in sede di Atti del Governo, ha proseguito l’esame dello Schema di decreto ministeriale recante approvazione delle linee guida concernenti la definizione delle pertinenze esterne con dimensioni abitabili atto n. 342 (rel. Morassut - PD) e dello Schema di decreto del Presidente della Repubblica recante regolamento relativo all'individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata atto n. 336 (rel. Braga - PD).

La XIV Commissione Politiche dell’Unione europea, in sede di Atti dell’Unione europea, per il parere da rendere alla VIII Commissione Ambiente, ha concluso l’esame della “Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti” (COM (2015) 594 final); “Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2008/98 relativa ai rifiuti” (COM (2015) 595 final).

 

24-30 ottobre

La VII Commissione Cultura ha riunito i Comitati ristretti per l’esame delle proposte  sulle Agevolazioni  in favore delle start-up culturali nonché modifiche al testo unico di cui al decreto legislativo 24 febbraio 19989, n. 58, in materia di raccolta di capitali tra il pubblico per la valorizzazione e la tutela dei beni culturali” (C. 2950 Ascani – rel. Manzi, PD).

La VIII Commissione Ambiente, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle politiche di prevenzione antisismica e sui modelli di ricostruzione a seguito di eventi sismici, ha svolto l’audizione di rappresentanti dell’Associazione Nazionale Costruttori edili e di rappresentanti di Rete Professioni tecniche. In sede di Atti del Governo, ha espresso un parere favorevole sullo Schema di decreto ministeriale recante Approvazione delle linee guida concernenti la definizione delle pertinenze esterne con dimensioni abitabili (Atto n. 342 - rel. Morassut, PD); ha proseguito e concluso l’esame dello Schema di decreto del Presidente della Repubblica recante Regolamento relativo all'individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata - Atto n. 336 (Rel. Braga, PD) esprimendo un parere favorevole con osservazioni.

 

31 ottobre-6 novembre

La VII Commissione Cultura, in sede di Atti del Governo, ha espresso un parere favorevole con condizioni sullo Schema di decreto legislativo recante Semplificazione delle attività degli enti pubblici di ricerca (atto n. 329 – rel. Dallai, PD).
 

Senato

Attività dell'Assemblea

3 ottobre-6 novembre

L'Assemblea di Palazzo Madama, nella seduta antimeridiana di giovedì 3 novembre, ha approvato il ddl n. 2233 (collegato alla manovra di finanza pubblica), recante misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato. Il testo passa alla Camera.

Nella seduta antimeridiana del 3 novembre, con la relazione del sen. Caleo, il Senato ha incardinato il ddl n. 119 e connessi, nel testo proposto dalla Commissione Ambiente, in materia di parchi e aree protette.
 

Attività delle Commissioni

3-9 ottobre

Mercoledì 5 ottobre le Commissioni I Affari Costituzionali e XIII Ambiente riunite hanno proseguito l'esame del ddl n. 2068, già approvato dalla Camera dei deputati, e connessi, in materia di riordino del sistema nazionale della protezione civile.

In Commissione II Giustizia nella seduta di mercoledì 5 ottobre è proseguito il vaglio dell'A.S. n. 2291 e connesso, recante modifiche al codice penale in materia di reati contro la pubblica amministrazione.
In Commissione XIII Ambiente, giovedì 6 ottobre, è proseguito l'esame congiunto dell'A.S. n. 119 e connessi in materia di aree protette.
 

10-16 ottobre

La Commissione I Affari Costituzionali mercoledì 12 ottobre si è svolto il seguito dell'audizione del Sottosegretario Gianclaudio Bressa sullo stato di attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 5 sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni.

Le Commissione Riunite IX Agricoltura e XIII Ambiente, in Ufficio di Presidenza, martedì 11 ottobre hanno svolto l'audizione di rappresentanti di Confindustria sui ddl n. 2383 e connessi, in materia di contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato.

Le Commissioni X Industria e XIII Ambiente riunite, martedì 11 ottobre, hanno espresso parere non ostativo con osservazioni sullo schema di decreto legislativo recante individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti (A.G. n. 322).

 

17-23 ottobre

In Commissione I Affari Costituzionali il 19 ottobre è stato espresso un parere favorevole con condizioni e osservazioni sullo schema di decreto legislativo recante testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale (A.G. n. 308).

Martedì 18 ottobre è stato avviato in Commissione XIII Ambiente, con la relazione dei senatori Mancuso e Vaccari, l'esame del ddl n. 2541, sulle misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni. Nella stessa seduta, è proseguito il vaglio del ddl n. 119 e connessi, in materia di aree protette.
 

24-30 ottobre

Giovedì 27 ottobre la Commissione II Giustizia ha proseguito l'esame del ddl A.S. n. 2291 e connesso, recante modifiche al Codice penale in materia di reati contro la pubblica amministrazione.

Con la relazione del sen. Lai, la Commissione V Bilancio martedì 25 ottobre ha avviato l'esame dell'Atto Senato n. 2567 di conversione in legge del decreto-legge 17 ottobre, n. 189, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto, nell'ambito del quale, in Ufficio di Presidenza, mercoledì 26 ottobre, si è svolta l'audizione di rappresentanti dell'Autorità nazionale anticorruzione (ANAC).

La Commissione XIII Ambiente, giovedì 27 ottobre, ha proseguito la discussione del ddl n. 1101, in materia di gestione e prevenzione del rischio idrogeologico.
 

31 ottobre-6 novembre

In Commissione VII Istruzione giovedì 3 novembre si è concluso l'esame dell'A.G. n. 329, sulla semplificazione delle attività degli enti pubblici di ricerca, esprimendo parere favorevole con condizioni e osservazioni sullo schema di decreto legislativo.

Le Commissioni Riunite IX Agricoltura e XIII Ambiente, in Ufficio di Presidenza mercoledì 2 novembre, hanno svolto l'audizione di rappresentanti dell'Istituto nazionale di urbanistica e dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, sui ddl n. 2383 e connessi, in materia di contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato.

In Commissione XIII Ambiente, mercoledì 2 novembre, è proseguito l'esame del ddl n. 2541, sulle misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, fissando alle ore 15 del 10 novembre il termine per la presentazione degli emendamenti, nell'ambito del quale, in Ufficio di Presidenza, si è svolta l'audizione di rappresentanti dell'Associazione nazionali comuni italiani, dell'Unione Nazionale comuni comunità enti montani, dell'Associazione nazionale piccoli comuni d'Italia e della Federparchi.

 

Normativa pubblicata sulla GURI

3 ottobre-6 novembre

Decreto Del Presidente Del Consiglio Dei Ministri 10 agosto 2016 

(in G.U.R.I. 5 ottobre 2016 n. 233)

Individuazione della capacità complessiva di trattamento degli impianti di incenerimento di rifiuti urbani e assimilabili in esercizio o autorizzati a livello nazionale, nonché individuazione del fabbisogno residuo da coprire mediante la realizzazione di impianti di incenerimento con recupero di rifiuti urbani e assimilati.
 

Autorità Nazionale Anticorruzione

Delibera 21 settembre 2016 

(in G.U.R.I. 11 ottobre 2016 n. 238)

Linee guida n. 2 di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti «Offerta economicamente più vantaggiosa». (Delibera n. 1005).
 

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 agosto 2016 

(in G.U.R.I. 14 ottobre 2016 n. 241)

Modifiche alla costituzione e alle modalità di funzionamento del Comitato operativo della protezione civile.
 

Decreto-Legge 17 ottobre 2016, n. 189 

(in G.U.R.I. 18 ottobre 2016 n. 244)

Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016.
 

Autorità Nazionale Anticorruzione

Provvedimento 5 ottobre 2016 

(in G.U.R.I. 19 ottobre 2016 n. 245)

Regolamento per il rilascio dei pareri di precontenzioso di cui all'art. 211 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
 

Decreto-Legge 22 ottobre 2016, n. 193 

(in G.U.R.I. 24 ottobre 2016 n. 249)

Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili.
 

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Decreto 22 luglio 2016 

(in G.U.R.I. 26 ottobre 2016 n. 251)

Modelli e linee guida relativi alla procedura per la presentazione della domanda di concessione per l'accesso ai finanziamenti per gli interventi di rimozione o di demolizione delle opere o degli immobili realizzati in aree soggette a rischio idrogeologico elevato o molto elevato ovvero dei quali viene comprovata l'esposizione a rischio idrogeologico in assenza o in totale difformità dal permesso di costruire.
 

Decreto Del Presidente Della Repubblica 12 settembre 2016, n. 194 

(in G.U.R.I. 27 ottobre 2016 n. 252)

Regolamento recante norme per la semplificazione e l'accelerazione dei procedimenti amministrativi, a norma dell'articolo 4 della legge 7 agosto 2015, n. 124.

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
 

Decreto 5 ottobre 2016 

(in G.U.R.I. 27 ottobre 2016 n. 252)

Approvazione delle Linee Guida sui valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici.

Normativa comunitaria in corso di approvazione

3 ottobre-6 novembre

La Commissione europea adotta una proposta di revisione della decisione Europass, che è un insieme un insieme di strumenti e servizi a sostegno della trasparenza delle competenze e delle qualifiche nell'Unione europea

(4 ottobre 2016)

Nel contesto della conferenza delle Nazioni Unite Habitat III la Commissione europea presenta gli impegni volti a conseguire gli obiettivi globali della nuova agenda urbana che consentono di raggiungere obiettivi globali in materia di sviluppo urbano sostenibile

(20 ottobre 2016)

La cooperazione tra il Fondo europeo per gli investimenti (FEI), la Commissione europea e gli erogatori di microfinanziamenti mira a mobilitare oltre 1 miliardo di microcrediti a favore di beneficiari in tutta l'UE nel quadro dello strumento Progress di microfinanza e del programma dell'Unione europea per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI).

(27 ottobre 2016)
 

Normativa pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Ue

3 ottobre-6 novembre

Decisione di esecuzione (UE) 2016/1804 della Commissione, del 10 ottobre 2016, relativa alle modalità d'applicazione degli articoli 34 e 35 della direttiva 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali 

(in G.U.U.E. L 275 del 12 ottobre 2016)
 

Corte Dei Conti - Relazione speciale n. 26/2016 — «Rendere la condizionalità più efficace e realizzare la semplificazione: la sfida continua»

(in G.U.U.E. C 401 del 29 ottobre 2016)