Ottobre in crescita

La rilevazione dei bandi di gara per servizi di architettura e di ingegneria segnala un forte incremento dei servizi di progettazione integrata e delle concessioni di servizi con promotore

di Mercedes Tascedda / Cresme

box
box

L’Osservatorio Cnappc-Cresme Europa Servizi sui bandi di gara per servizi di architettura e di ingegneria quantifica il mercato nazionale nel mese di ottobre 2016 in 652 bandi di gara del valore presunto (l'importo complessivo è ottenuto sommando agli importi posti a base di gara indicati nei bandi l'importo stimato dei bandi ‘senza importo’) di circa 49 milioni di euro.

Rispetto allo stesso mese del 2015 si registrano segni positivi per numero e importo: +7,1% il numero di gare, da 609 a 652 gare; +43,9% il valore economico, da 34 milioni di ottobre 2015 a 49 milioni nel mese in esame. In questo ambito si distinguono ancora i servizi di progettazione che, per il quarto mese consecutivo, si presentano in crescita, con percentuali del 15% per numero di opportunità e del 160% per importo, per effetto della fase espansiva degli incarichi di progettazione integrata (+56% il numero; +249% gli importi). Per quanto riguarda i bandi di gara di opere pubbliche con progettazione i risultati dell’ultimo mese mostrano un mercato a doppia velocità, rispetto a un anno prima: il numero di opportunità si riduce del 73%, l’importo cresce del 205%.

Nell’intero periodo gennaio-ottobre 2016 i bandi per servizi di architettura e ingegneria censiti dall’Osservatorio sono stati 5.850, per un importo complessivo pari a circa 500 milioni di euro. Rispetto allo stesso periodo del 2015 il bilancio è complessivamente positivo, aumenta del 40% il valore economico e del 6% il numero di opportunità. Trend a doppia velocità per i bandi di opere pubbliche con progettazione, con un numero di opportunità ridotto del 46% (da 1.080 gare a 586) e un importo più che raddoppiato (da 3,9 a 8,3 miliardi). Bilancio complessivamente negativo per il resto del mercato delle opere pubbliche, con il numero di opportunità ridotto del 7% e l’importo dell’11%.

                                  

Servizi di architettura e ingegneria: pubblicati due maxi bandi per progetti esecutivi del valore di oltre 19 milioni di euro

 

I risultati di ottobre 2016 evidenziano un mercato dei servizi di architettura e ingegneria in buona salute grazie soprattutto alla fase espansiva dei servizi di progettazione. Determinanti i bandi sopra soglia di cui fanno parte due maxi bandi per progetti esecutivi. Nello specifico si tratta di due procedure di gara indette da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, in qualità di centrale di committenza, dell’importo complessivo di oltre 19 milioni (il 39% del valore del mercato del mese). La prima contempla 9,9 milioni per il servizio di progettazione esecutiva e, con opzione, della direzione lavori e del coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione del 2° lotto dei lavori di realizzazione della galleria scolmatrice del torrente Bisagno a Genova, di competenza del Commissario Straordinario delegato per l’attuazione degli interventi inseriti nell’A.d.P. del 16.09.2010 e ss.ii. (ex art. 10 del D.L. n. 91 del 24.06.2014).

La seconda prevede 9,2 milioni per il servizio di progettazione esecutiva, direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori di realizzazione del nuovo ospedale “San Cataldo di Taranto”, di competenza della Regione Puglia - Azienda Sanitaria Locale di Taranto.

 

Classi di importo: a ottobre 2016 il 92% dei bandi per il 25% degli importi in gara riguarda servizi di importo inferiore a 100mila euro; il restante 8% dei bandi e il 75% degli importi riguarda invece servizi di importo superiore. Rispetto allo stesso mese del 2015 si osserva la fase espansiva dei grandi incarichi (+48% il numero; +96% l’importo). Per gli incarichi di media dimensione, al contrario, si registra un trend complessivamente negativo, con tassi di calo superiori al 20%, e per i piccoli un numero di opportunità aumentato del 7% e un importo ridotto del 4%.
 

Tipologie di incarico: a ottobre prosegue la crescita dei servizi di progettazione, con percentuali del 15% per numero di opportunità e del 160% degli importi, trainata dagli incarichi di progettazione integrata (+56% il numero; +249% gli importi). In calo, per il terzo mese consecutivo, i servizi di direzione lavori e coordinamento della sicurezza (-24% il numero; -40% gli importi).

Rispetto alle altre tipologie di incarico, solo gli incarichi per verifiche e collaudi registrano un bilancio positivo rispetto allo stesso mese del 2015.
 

Mercato opere pubbliche con progettazione: in crescita le concessioni di servizi con promotore

A ottobre 2016 il mercato delle opere pubbliche con progettazione registra un bilancio a doppia velocità. Il numero di opportunità si riduce del 73% per effetto del calo delle concessioni di lavori, dopo tre mesi di progressiva crescita, e dello scontato ridimensionamento dell’appalto integrato, mentre l’importo si presenta più che triplicato grazie soprattutto alla presenza di una maxi concessione di servizi con promotore. Si tratta della procedura di gara indetta, ai sensi dell'art. 183 comma 15 del D.Lgs. 50/2016 e smi, dal Comune di Verona per l'affidamento dei servizi di gestione integrata dei rifiuti urbani, di gestione del verde pubblico urbano, pulizia delle strade extraurbane, sgombero neve e trattamenti antighiaccio su strade extraurbane, pulizia e manutenzione ordinaria fontane e derattizzazione, dell’importo complessivo di 665 milioni di euro.

Complessivamente i bandi di gara con progettazione sono stati 33 per un importo di 953 milioni. Un anno prima erano 123 i bandi e il loro importo ammontava a 313 milioni. Complessivamente negativo il bilancio del resto del mercato, ovvero i bandi “senza progettazione”, con tassi di calo del 7% per numero di gare e del 2% per importo.

 

Tipologie contrattuali: Per quanto riguarda le tipologie contrattuali si evidenzia: lo scontato calo degli appalti integrati, dovuto alla limitazione introdotta dal nuovo codice dei contratti pubblici; la fase espansiva delle concessioni di servizi con promotore, spinta dagli affidamenti per la gestione integrata di servizi ambientali, cimiteriali, di illuminazione pubblica e per lo sport; il bilancio a doppia velocità delle concessioni di lavori, meno gare ma di importo più rilevante; la presenza di un bando, indetto dal Politecnico di Milano, per l’aggiudicazione di un accordo quadro per la realizzazione di interventi edilizi mediante affidamenti a contraente generale di cui all'art. 194 del D.Lgs 50/2016, del valore complessivo di 66 milioni di euro; la presenza di due concessioni miste ai sensi dell'art. 169 del D.Lgs. 50/2016 per l'affidamento dei servizi di bike sharing per la città di Bari (30 milioni di euro) e di efficientamento, adeguamento, gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione nel comune di Ceccano in provincia di Frosinone (9,2 milioni).