Marco Antonucci

Legislazione professionale

Leggi, decreti, circolari della normativa nazionale e comunitaria

di Marco Antonucci - avvocato esperto in diritto amministrativo e comunitario

Con il Decreto Legislativo 25 maggio 2016 n. 97 (in G.U.R.I. 8 giugno 2016 n. 132), è stata pubblicata la revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33.

Con tale testo vengono adeguate le disposizioni in tema di trasparenza e anticorruzione, in particolar modo per gli ordini professionali.

L’articolo 2-bis individua l’ambito di applicazione della normativa, stabilendo che “per pubbliche amministrazioni si intendono tutte le amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”; al comma 2 specifica che la disciplina prevista per le “pubbliche amministrazioni” di cui sopra, “si applica, in quanto compatibile, agli ordini professionali”.

Con le modifiche all’articolo 3 del decreto legislativo n. 33 del 2013 viene previsto all’art. 1-ter che l’Autorità nazionale anticorruzione può, con il Piano nazionale anticorruzione nel rispetto delle disposizioni di legge, precisare gli obblighi di pubblicazione e le relative modalità di attuazione, in relazione alla natura dei soggetti, alla loro dimensione organizzativa e alle attività svolte, prevedendo in particolare modalità semplificate per gli ordini e collegi professionali. È in concreto il PNA 2016, già pubblicato dall'ANAC come documento di consultazione .

Con le modifiche all’articolo 10 del decreto legislativo n. 33 del 2013 è soppresso l’obbligo di redigere il programma triennale per la trasparenza e l’integrità, rimanendo solo il Piano triennale di prevenzione della corruzione.

Con l’articolo 14 relativo agli obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi politici e di incarichi dirigenziali viene poi previsto tale obbligo di pubblicazione solo per lo Stato, le Regioni e gli enti locali.

Con modifica all’articolo 33 del citato decreto legislativo circa gli obblighi di pubblicazione concernenti i tempi di pagamento dell’amministrazione è stato aggiunto l’obbligo di pubblicare i tempi di pagamento relativi anche alle prestazioni professionali, nonché l’ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici.

Occorrerà verificare l'impatto di tali nuove disposizioni, verificandone in che modo incida la loro applicazione.

Mercoledì 15 giugno la Camera ha approvato in via definitiva il testo unificato delle proposte di legge relative all'istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente e disciplina dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

La connotazione "a rete" del Sistema nazionale delle agenzie ambientali sarà finalizzata ad assicurare omogeneità ed efficacia all'esercizio dell'azione conoscitiva e di controllo pubblico della qualità dell'ambiente, a supporto delle politiche di sostenibilità ambientale e di prevenzione sanitaria a tutela della salute pubblica.

Il Sistema nazionale concorre, inoltre, al perseguimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile, della riduzione del consumo del suolo, della salvaguardia e della promozione della qualità dell'ambiente e della tutela delle risorse naturali, nonché alla piena realizzazione del principio di derivazione europea "chi inquina paga".

I compiti attribuiti al Sistema nazionale sono: il monitoraggio dello stato dell'ambiente e della sua evoluzione; il controllo delle fonti e dei fattori di inquinamento; attività di ricerca, di trasmissione ai diversi livelli istituzionali e di diffusione al pubblico dell'informazione ambientale; supporto tecnico-scientifico per l'esercizio di funzioni amministrative in materia ambientale; attività istruttoria per il rilascio di autorizzazioni e per l'irrogazione di sanzioni, nel rispetto delle competenze degli altri enti previste dalla normativa vigente; attività di supporto nell'individuazione, descrizione e quantificazione del danno ambientale.

Con il Decreto del Ministero dell'Interno del 7 giugno 2016 (in GURI n.146 del 24.6.2016) sono state apportate modifiche al decreto 5 agosto 2011 recante procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell'interno di cui all'articolo 16 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

Tali modifiche hanno la finalità di riformulare le disposizioni di legge al fine di meglio precisare la cadenza temporale dei corsi o seminari di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, che i professionisti devono svolgere per il mantenimento dell'iscrizione negli elenchi del Ministero dell'interno.

Viene così chiarito, modificando il comma 1 dell'art. 7 del DM predetto, che per il mantenimento dell'iscrizione negli elenchi del Ministero dell'interno i professionisti devono effettuare ogni cinque anni corsi o seminari di aggiornamento in materia di prevenzione incendi della durata complessiva di almeno quaranta ore.

La norma poi chiarisce che il termine dei cinque anni decorre dalla data di iscrizione negli elenchi o dalla data di riattivazione dell'iscrizione stessa in caso di sospensione per l'inadempienza o dalla data di entrata in vigore del DM per i professionisti già iscritti alla medesima data negli elenchi predetti.

Con il D.Lgs. 20 giugno 2016, n. 116, pubblicato sulla GURI n. 149 del 28 giugno 2016, sono state apportate modifiche alle disposizioni del Testo Unico sul pubblico impiego (decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165) in materia di licenziamento disciplinare.

Viene punita la falsa attestazione della presenza in servizio con l'immediata sospensione cautelare senza stipendio, e senza obbligo di preventiva audizione, entro quarantotto ore dalla conoscenza dei fatti.

Scatta anche la denuncia al pubblico ministero e la segnalazione alla competente procura regionale della Corte dei conti per danno d'immagine della PA.

Se i dirigenti che abbiano acquisito conoscenza del fatto, ovvero, negli enti privi di qualifica dirigenziale, per i responsabili di servizio competenti, vi è l'omessa attivazione del procedimento disciplinare e l'omessa adozione del provvedimento di sospensione cautelare, diviene illecito disciplinare punibile con il licenziamento e con comunicazione all'Autorità giudiziaria ai fini dell'accertamento della sussistenza di eventuali reati.

Tali severe misure si auspica che risolveranno comportamenti fraudolenti di dipendenti pubblici commessi a danno dello Stato stesso.
 

Camera dei Deputati

Attività dell'Assemblea

6 giugno-3 luglio

Mercoledì 8 giugno la Camera ha approvato il testo unificato delle proposte di legge: Disposizioni in materia di partiti politici. Norme per favorire la trasparenza e la partecipazione democratica (C. 2839-A e abb.). Il provvedimento è passato all’esame del Senato.

Lunedì 13 giugno si è svolta la discussione sulle linee generali delle mozioni Mazziotti Di Celso ed altri n. 1-01234, Simone Valente e altri n. 1-01267, Pannarale e altri n. 1-01282, Palese e Pisicchio n. 1-01300 e Borghesi e altri n. 1-01302 concernenti l'affidamento di servizi nel settore dei beni culturali, con particolare riferimento allo svolgimento di procedure di gara.  

Martedì 14 giugno la Camera ha approvato la proposta di inchiesta parlamentare: Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul livello di digitalizzazione e innovazione delle pubbliche amministrazioni statali e locali e sugli investimenti complessivi riguardanti il settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (Doc. XXII, n. 42-A).

Mercoledì 15 giugno la Camera ha approvato in via definitiva il testo unificato delle proposte di legge: Istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente e disciplina dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Approvate, in un testo unificato, dalla Camera e modificate dal Senato) (C. 68C. 110C. 1945-B).

Martedì 21 giugno la  Camera ha  approvato le mozioni Mazziotti Di Celso e altri n. 1-01234, nel testo riformulato, Simone Valente e altri n. 1-01267, a eccezione del primo capoverso del dispositivo, precluso dalla precedente votazione, Pannarale e altri n. 1-01282, nel testo riformulato, della quale ha respinto i capoversi settimo e ottavo del dispositivo, e Palese e Pisicchio n. 1-01300, nel testo riformulato; ha respinto la mozione Borghesi e altri n. 1-01302; ha approvato le mozioni Baradello e altri n. 1-01304, nel testo riformulato, Buttiglione e Bosco n. 1-01305, nel testo riformulato, Manzi e altri n. 1-01306, Secco e Occhiuto n. 1-01307, della quale ha respinto i capoversi secondo e quinto del dispositivo; ha altresì approvato la premessa e il primo capoverso del dispositivo della mozione Rampelli e altri n. 1-01308, della quale ha respinto la restante parte, concernenti l'affidamento di servizi nel settore dei beni culturali, con particolare riferimento allo svolgimento di procedure di gara.

Mercoledì 22 giugno la Camera ha approvato la proposta di legge: Modifiche alla legge 31 dicembre 2009, n. 196, concernenti il contenuto della legge di bilancio, in attuazione dell'articolo 15 della legge 24 dicembre 2012, n. 243 (C. 3828A con conseguente assorbimento delle proposte abbinate). Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

Giovedì 30 giugno la Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge, già approvato dal Senato: Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2015-2016 (C. 3821).
 

Attività delle Commissioni

6-12 giugno

La I Commissione Affari costituzionali, in sede referente, ha proseguito l’esame del Doc. XXII, n. 65 Lupi, recante Istituzione di una Commissione di inchiesta monocamerale sullo stato della sicurezza e del degrado delle città italiane e delle loro periferie (Rel.  Misuraca, AP). In sede di atti del Governo, la Commissione ha concluso l’esame dello Schema di decreto legislativo recante norme per il riordino della disciplina in materia di conferenza di servizi(Atto n. 293) (Rel. Sottanelli, SCpI), rendendo parere favorevole con osservazioni.

Le Commissioni riunite V Bilancio e VIII Ambiente, in sede referente,  hanno proseguito l’esame dell’ulteriore testo unificato concernente Misure per il sostegno e la valorizzazione dei Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici (C. 65 Realacci e C. 2284 Terzoni - Rel. per la V Commissione: Misiani, PD; Rel. per la VIII Commissione: Borghi, PD e Tino Iannuzzi, PD), rinviandone l’esame ad altra seduta.

La VIII Commissione Ambiente in sede referente ha proseguito e concluso l’esame della proposta di legge: Istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente e disciplina dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (C. 681101945-B Realacci, approvata dalla Camera e modificata dal Senato - Rel. Zaratti – SI-SEL)votando il mandato a riferire in Assemblea.

La XIV Commissione Politiche dell’Unione europea, in sede referente, ha proseguito l’esame del disegno di legge: “Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea – Legge europea 2015-2016” (C. 3821 Governo, approvato dal Senato - rel. Tancredi, AP). Hanno esaminato il provvedimento ed espresso parere in sede consultiva le Commissioni I Affari costituzionali, II Giustizia, III Affari esteri, VI Finanze, VIII Ambiente, IX Trasporti, X Attività produttive, XI Lavoro, XII Affari sociali, XIII Agricoltura.

 

13-19 giugno

La I Commissione Affari costituzionali ha proseguito l’esame della proposta recante Istituzione di una Commissione di inchiesta monocamerale sullo stato della sicurezza e del degrado delle città italiane e delle loro periferie (Doc. XXII, n. 65 Lupi - Rel.  Misuraca, AP).

La II Commissione Giustizia, in sede consultiva per l’espressione del parere alla VI Commissione Finanze, ha iniziato l’esame della proposta di legge recante delega al Governo per la riforma del sistema dei confidi (C. 3209, approvata dal Senato ed abb. - Rel. Vazio, PD).

La V Commissione Bilancio per l’espressione del parere alla XIV Commissione Politiche Ue, ha proseguito l’esame del disegno di legge recante Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2015-2016 (C. 3821 Governo, approvato dal Senato – Rel. Marchetti, PD), rinviando il seguito dell’esame ad altra seduta.

La VI Commissione Finanze in sede consultiva, ha espresso parere favorevole alle Commissioni riunite V Bilancio e VIII Ambiente sull’ulteriore nuovo testo unificato delle proposte di legge C. 65 e C. 2284, recante misure per il sostegno e la valorizzazione dei comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali, nonché disposizioni per la riqualificazione ed il recupero dei centri storici (Rel. Carella - PD).

La VII Commissione Cultura ha svolto l’audizione del Capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio nell’ambito dell’indagine conoscitiva sull’edilizia scolastica in Italia.   

Le Commissioni riunite XI Lavoro e XII Affari sociali, in sede di Atti del Governo, hanno espresso parere favorevole con osservazioni sullo schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) e che abroga la direttiva 2004/40/CE (Atto n. 298 – rel. per la XI Commissione: Boccuzzi, PD; rel. per la XII Commissione: Mariano, PD). 

 

20-26 giugno

La I Commissione Affari costituzionali, in sede di Atti del Governo, ha iniziato l’esame dello Schema di decreto legislativo recante testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale (Atto n. 308 - Rell. Giorgis, PD e Mazziotti Di Celso, presidente e dello Schema di decreto del Presidente della Repubblica concernente regolamento recante norme per la semplificazione e l'accelerazione dei procedimenti amministrativi (Atto n. 309 – Rel. De Menech, PD).

Le Commissioni VII Cultura e X Attività produttive, in sede consultiva, hanno espresso parere favorevole con osservazioni alle Commissioni riunite V Bilancio e VIII Ambiente, sulla proposta di legge recante: Misure per il sostegno e la valorizzazione dei Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici (testo unificato C. 65 Realacci e C. 2284 Terzoni).

La XIV Commissione Politiche dell’Unione europea, in sede referente, ha concluso l’esame del disegno di legge C. 3821 Governo, approvato dal Senato, recante “Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea – Legge europea 2015-2016” (rel. Tancredi, AP), dando mandato al relatore di riferire in senso favorevole all’Assemblea nel testo trasmesso dal Senato.

In sede di atti del Governo, ha concluso l’esame dello schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all'esposizione deilavoratori ai rischiderivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) e che abroga la direttiva 2004/40/CE (atto n. 298 – rel. Scuvera, PD), su cui ha espresso parere favorevole.

 

27 giugno-3 luglio

La I Commissione Affari costituzionali, in sede diatti del governo, ha proseguito l’esame dello Schema di decreto del Presidente della Repubblica concernente regolamento recante norme per la semplificazione e l'accelerazione dei procedimenti amministrativi (Atto n. 309) (Rel. De Menech - PD) e dello schema di decreto legislativo recante Testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale (Atto n. 308 - Rell. Giorgis, PD e Mazziotti Di Celso, presidente).

La V Commissione Bilancio, in sede di Atti del Governo, ha espresso parere favorevole con condizioni e osservazioni  sullo Schema di decreto legislativo recante testo unico in materia di società a partecipazione pubblica (Atto n. 297 – Rel. Guerra, PD).

La XII Commissione Affari sociali ha espresso parere favorevole con osservazione alle Commissioni riunite V Bilancio e VIII Ambiente sull’ulteriore nuovo testo unificato Misure per il sostegno e la valorizzazione dei Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali, nonché disposizioni per la riqualificazione ed il recupero dei centri storici (C. 65 Realacci e abb. - rel. Binetti, AP(NCD-UDC).

 

Senato

Attività dell'Assemblea

6 giugno-3 luglio

Nella seduta pomeridiana di mercoledì 22 sono state approvate alcune mozioni su iniziative contro la corruzione negli appalti nelle grandi opere pubbliche.

Attività delle Commissioni

6-12 giugno

La Commissione I Affari Costituzionali ha espresso, nella seduta del 7 giugno, parere favorevole con condizioni e osservazioni sullo schema di decreto legislativo in materia di conferenza dei servizi (A.G. n. 293).

Nell'ambito dell'esame dello schema di decreto legislativo recante il Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica (A.G. n. 297), gli Uffici di Presidenza delle Commissioni I Affari Costituzionali del Senato e Bilancio della Camera, in seduta congiunta martedì 7 giugno, hanno svolto l'audizione di rappresentanti dell'Associazione magistrati della Corte dei conti, dell'Associazione nazionale magistrati, dell'Autorità Garante della concorrenza e del mercato, del Forum italiano dei movimenti per l'acqua e dell'Autorità nazionale anticorruzione.

La Commissione X Industria, mercoledì 8 giugno, ha proseguito la trattazione della Legge annuale per il mercato e la concorrenza (ddl n. 2085, già approvato dalla Camera dei deputati).

La Commissione XIV Politiche Dell'Ue, mercoledì 8 e giovedì 9 giugno, ha proseguito l'esame del disegno di legge di delegazione europea 2015 (A.S. n. 2345), già approvato dalla Camera dei deputati.

 

13-19 giugno

Nella giornata di mercoledì 15 giugno ha avuto luogo un ciclo di audizioni informali, dinanzi agli Uffici di Presidenza riuniti delle Commissioni I Affari Costituzionali e XIII Ambiente, nell'ambito dell'esame del disegno di legge n. 2068, sul riordino del sistema nazionale della protezione civile.

Nell'ambito dell'esame dello schema di decreto legislativo recante il Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica (A.G. n. 297), le Commissioni Affari Costituzionali del Senato e Bilancio della Camera, in seduta congiunta martedì 14 giugno, hanno svolto l'audizione del Ministro dell'economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, e del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, Maria Anna Madia. Nella stessa giornata, dinanzi agli Uffici di Presidenza riuniti, si è svolta una serie di audizioni.

In Commissione XIII Ambiente, martedì 14 giugno, è proseguita la discussione dell'Atto Senato n. 119 e connessi, sulla riforma della legislazione sulle aree protette.

20-26 giugno

Nella seduta del 23 giugno la Commissione V Bilancio ha continuato a esaminare il disegno di legge n. 2344, in materia di equilibrio dei bilanci delle regioni e degli enti locali.

È stato ancora oggetto d'esame da parte della Commissione X Industria il disegno di legge annuale per il mercato e la concorrenza (A.S. 2085), già approvato dalla Camera dei deputati (sedute del 21 e 22 giugno).
In Commissione XI Lavoro, martedì 21 e mercoledì 22 giugno, è proseguito esame dei ddl n. 2233 e connesso, in materia di lavoro autonomo.
Martedì 21 giugno la Commissione XIII Ambiente, in Ufficio di Presidenza, nell'ambito dell'esame del ddl n. 2343, già approvato dalla Camera dei deputati, concernente i principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque, ha svolto l'audizione di rappresentanti dell'Associazione nazionale Autorità e Enti di ambito e, successivamente, di rappresentanti dell'Associazione nazionale fra gli industriali per gli acquedotti.

La Commissione XIV Politiche Dell'Ue, giovedì 23 giugno, ha approvato, in sede referente, il disegno di legge di delegazione europea 2015 (A.S. 2345), già esaminato dalla Camera. La parola passa ora all'Assemblea, che ha calendarizzato il provvedimento dal 5 luglio.

27 giugno-3 luglio

Le Commissioni Riunite I Affari Costituzionali e XIII Ambiente, martedì 28 giugno, hanno fissato, alle ore 13 del 13 luglio, il termine per la presentazione di emendamenti da riferire al disegno di legge n. 2068, già approvato dalla Camera dei deputati e adottato quale testo base, in materia di riordino del sistema nazionale della protezione civile.

La Commissione X Industria, martedì 28 giugno, ha proseguito la trattazione della legge annuale per il mercato e la concorrenza (A.S. 2085, già approvato dalla Camera dei deputati).

In Commissione XI Lavoro, martedì 28 e giovedì 30 giugno, è proseguito l'esame dei ddl n. 2233 e connesso, in materia di lavoro autonomo.

 

Normativa pubblicata sulla GURI

6 giugno-3 luglio

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Decreto 24 maggio 2016 

(in G.U.R.I. 7 giugno 2016 n. 131)

Incremento progressivo dell'applicazione dei criteri minimi ambientali negli appalti pubblici per determinate categorie di servizi e forniture.
 

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Decreto 24 maggio 2016 

(in G.U.R.I. 7 giugno 2016 n. 131)

Determinazione dei punteggi premianti per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione degli edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione, e dei punteggi premianti per le forniture di articoli di arredo urbano.
 

Decreto Legislativo 25 maggio 2016, n. 97 

(in G.U.R.I. 8 giugno 2016 n. 132)

Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, ai sensi dell'articolo 7 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 18 aprile 2016 

(in G.U.R.I. 8 giugno 2016 n. 132)

Criteri di determinazione degli oneri per i rinnovi contrattuali, ai sensi dell'articolo 1, comma 469, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità 2016).
 

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Decreto 2 maggio 2016, n. 100 

(in G.U.R.I. 13 giugno 2016 n. 136)

Regolamento recante criteri per il rilascio dell'autorizzazione al ravvenamento o all'accrescimento artificiale dei corpi idrici sotterranei al fine del raggiungimento dell'obiettivo di qualità, ai sensi dell'articolo 104, comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.
 

Decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 2016, n. 105 

(in G.U.R.I. 17 giugno 2016 n. 140)

Regolamento di disciplina delle funzioni del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri in materia di misurazione e valutazione della performance delle pubbliche amministrazioni.
 

Decreto del Presidente della Repubblica 26 maggio 2016, n. 108 

(in G.U.R.I. 21 giugno 2016 n. 143)

Regolamento recante approvazione dello Statuto dell'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro.
 

Ministero dell'Interno

Decreto 8 giugno 2016 

(in G.U.R.I. 23 giugno 2016 n. 145)

Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di ufficio, ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.
 

Decreto-Legge 24 giugno 2016, n. 113  

(in G.U.R.I. 24 giugno 2016 n. 146)

Misure finanziarie urgenti per gli enti territoriali e il territorio.
 

Ministero dell'Interno

Decreto 7 giugno 2016 

(in G.U.R.I. 24 giugno 2016 n. 146)

Modifiche al decreto 5 agosto 2011 recante procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell'interno di cui all'articolo 16 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.
 

Decreto Legislativo 20 giugno 2016, n. 116

(in G.U.R.I. 28 giugno 2016 n. 149)

Modifiche all'articolo 55-quater del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, ai sensi dell'articolo 17, comma 1, lettera s), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di licenziamento disciplinare.
 

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Decreto 9 aprile 2016

(in G.U.R.I. 28 giugno 2016 n. 149)

Disposizioni in materia di aree e parchi archeologici e istituti e luoghi della cultura di rilevante interesse nazionale.

 

 

Normativa comunitaria in corso di approvazione

30 maggio-26 giugno

La Commissione ha partecipato alla riunione informale sull'agenda urbana dell'UE, assieme a 28 ministri responsabili delle questioni urbane e i rappresentanti di altre istituzioni dell'UE e di alcune città europee, al fine di elaborare soluzioni comuni per migliorare le aree urbane nell'Unione europea.

(30 maggio 2016)

Adottata dalla Commissione europea la nuova agenda per le competenze per l'Europa per garantire che chi vive nell'Unione europea abbia a disposizione la giusta formazione, le giuste competenze e il giusto supporto, per migliorare l'uso delle competenze disponibili e di dotare le persone delle nuove competenze necessarie, così da aiutarle a trovare posti di lavoro di qualità e a godere di migliori opportunità, anche attraverso la revisione del quadro europeo sulle qualifiche professionali.

(10 giugno  2016)

La Commissione europea procede alla realizzazione della creazione di posti di lavoro e lo stimolo della crescita nell'Unione europea, presentando un elenco di 195 progetti nel settore dei trasporti cui sarà assegnato un finanziamento di 6,7 miliardi a titolo del meccanismo per collegare l'Europa (CEF). 

(17 giugno 2016)
 

Normativa pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Ue

30 maggio-26 giugno 216

Risoluzione dell'Assemblea parlamentare Euronest sul riconoscimento reciproco delle qualifiche professionali, delle esperienze lavorative e dei diplomi universitari nel quadro del processo di Bologna

(in G.U.U.E. C 193 del 31 maggio 2016)
 

Regolamento di esecuzione (UE) 2016/879 della Commissione, del 2 giugno 2016, che stabilisce, ai sensi del regolamento (UE) n. 517/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, modalità dettagliate relative alla dichiarazione di conformità al momento dell'immissione sul mercato di apparecchiature di refrigerazione e di condizionamento d'aria e di pompe di calore caricate con idrofluorocarburi nonché alle relative verifiche da parte di un organismo di controllo indipendente

(in G.U.U.E. L 146 del 3 giugno 2016)
 

Direttiva (UE) 2016/943 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'8 giugno 2016, sulla protezione del know-how riservato e delle informazioni commerciali riservate (segreti commerciali) contro l'acquisizione, l'utilizzo e la divulgazione illeciti

(in G.U.U.E. L 157 del 15 giugno 2016)