Marco Antonucci

Legislazione professionale

Leggi, decreti, circolari della normativa nazionale e comunitaria

di Marco Antonucci - avvocato esperto in diritto amministrativo e comunitario

È in corso di esame presso la Commissione XIII Ambiente del Senato il disegno di legge n. 2541, recante misure per la riqualificazione e il recupero dei centri storici nei piccoli Comuni.

La finalità della proposta di legge, che riguardano i Comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti, è relativa a favorire e promuovere il loro sostenibile sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale, con la tutela e valorizzazione del loro patrimonio naturale, rurale, storico-culturale e architettonico.

Si prevede la possibilità, per i piccoli Comuni, di individuare, all'interno del perimetro dei centri storici, zone di particolare pregio, dal punto di vista della tutela dei beni architettonici e culturali, da riqualificare mediante interventi integrati pubblici e privati finalizzati alla riqualificazione urbana, nel rispetto delle tipologie e delle strutture originarie, attraverso gli strumenti previsti dalla vigente normativa statale e regionale in materia.

Si auspica che la finalità di tale testo, allo stato prevista solo per i piccoli comuni, possa essere l'inizio di una azione di impulso tesa a valorizzare i centri storici di tutte le città italiane, patrimoni culturali, sociali e volano per l'economia e il turismo.

Con l'intesa tra il Governo, le Regioni e i Comuni, è stato adottato il regolamento edilizio-tipo di cui all'articolo 4, comma 1-sexies del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, pubblicato sulla G.U.R.I. 16 novembre 2016 n. 268.

Tale regolamento è l'attuazione del D.L. 133/2014 (cosiddetto “sblocca Italia”, convertito in legge dalla L. 164/2014), ha previsto all’art. 17-bis l'adozione in sede di Conferenza unificata di uno schema di Regolamento edilizio tipo, proprio al fine di semplificare e uniformare le norme e gli adempimenti.

Viene previsto uno schema di Regolamento edilizio tipo, che indica la struttura con la quale devono essere redatti i regolamenti edilizi, con una prima parte in cui si richiama la normativa nazionale e regionale, una parte ove inserire requisiti tecnici integrativi e complementari, anche attraverso norme prestazionali o comportamenti progettuali, e vengono altresì individuate definizioni standardizzate, finalizzate alla creazione di un glossario di riferimento omogeneo su tutto il territorio nazionale.

L'obiettivo del Regolamento edilizio-tipo è di uniformare e semplificare i regolamenti edilizi comunali, senza perdere le peculiarità di ogni singola Regione, e si auspica che il sistema proceda senza intoppi in sede di iter approvativo regionale.

Con la Delibera 26 ottobre 2016 della Autorità Nazionale Anticorruzione (in G.U.R.I. 23 novembre 2016 n. 274) sono state pubblicate le Linee guida n. 4, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Procedure per l'affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici”.

Le Linee guida dell’Anac appaiono impegnate nella non facile opera di bilanciamento tra l’esigenza di semplificazione e razionalizzazione della disciplina e la necessità di osservare i principi generalissimi che regolano l’affidamento e l’esecuzione degli appalti pubblici, in termini di trasparenza, pubblicità, proporzionalità, concorrenza, non discriminazione e maggiore apertura al mercato possibile.

L’espresso obbligo di rispettare tali principi rende necessaria – per l’Autorità – una rivisitazione delle prassi usualmente adoperate dalle stazioni appaltanti nelle procedure sotto soglia, mediante procedure improntate a una maggiore trasparenza nella scelta del contraente, mediante la predeterminazione di criteri per la selezione degli operatori economici, con riferimento a uno specifico contratto, con la garanzia di adeguate forme di pubblicità agli esiti delle procedure di affidamento e attraverso la fissazione di requisiti di partecipazione e criteri di valutazione che consentano la partecipazione anche delle micro e delle piccole imprese.

Con Delibera dell'Autorità Nazionale Anticorruzione del 16 novembre 2016 (in G.U.R.I. 3 dicembre 2016 n. 283), sono state pubblicate le linee guida n. 5, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell'Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici”.

Le Linee guida sono state adottate dall'Anac in attuazione dell'articolo 78 del codice degli appalti al fine di disciplinare i criteri e le modalità per l'iscrizione all'Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici.

Il nuovo Codice degli appalti, infatti, ha previsto la creazione, presso l'Autorità nazionale anticorruzione, di un Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici di appalti pubblici e concessioni i quali, ai fini dell'iscrizione, debbono possedere specifici requisiti di moralità, di competenza e di professionalità nello specifico settore a cui si riferisce il contratto.

L'Albo nazionale dei componenti delle commissioni giudicatrici, in base a quanto individuato nelle linee guida, si compone di due distinte sezioni: una sezione ordinaria che contiene l'elenco degli esperti che possono essere individuati dall'Autorità nazionale anticorruzione su richiesta delle stazioni appaltanti e una sezione speciale, invece, per le procedure svolte da Consip spa, Invitalia spa e dai soggetti aggregatori regionali.

Tale regolamento non è ancora del tutto efficace, dal momento che, oltre a prevederne l'adozione entro sei mesi dalla pubblicazione delle linee guida in Gazzetta Ufficiale, viene prevista una deliberazione Anac che sarà adottata entro tre mesi dalla pubblicazione del Regolamento, ove l’Autorità dichiarerà operativo l’Albo e superato il periodo transitorio di cui all’art. 216, comma 12 del Codice.
 

Camera dei Deputati

Attività dell'Assemblea

7 novembre-4 dicembre

Lunedì 28 novembre la Camera, dopo aver approvato la nota di variazioni, ha approvato il disegno di legge: Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019 (C. 4127-bis-A). Il provvedimento è passato all’esame del Senato.
 

Attività delle Commissioni

7-13 novembre

La I Commissione Affari costituzionali, in sede referente, ha inviato alle Commissioni competenti per il parere il testo modificato della proposta di legge recante Modifica all’articolo 75 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, in materia di decadenza dai benefìci in caso di dichiarazioni non veritiere (C. 3824 Misiani - Rel. Fiano, PD), dopo aver concluso l’esame degli emendamenti ad essa riferiti.

La V Commissione Bilancio ha avviato l’esame in sede referente del disegno di legge recante Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019 (C. 4127 Governo - Rel. Guerra, PD), rinviandone il seguito ad altra seduta. In sede consultiva, per il parere alla V Commissione Bilancio sulle parti di competenza del provvedimento, la I Commissione Affari costituzionali ha approvato una relazione favorevole ed emendamenti, la XIII Commissione Agricoltura ha concluso il relativo esame deliberando di riferire favorevolmente e approvando alcuni emendamenti. Hanno concluso l’esame del medesimo testo sulle parti di rispettiva competenza, rendendo una relazione favorevole, le Commissioni II Giustizia, (con condizioni), IV Difesa (con una condizione e alcune osservazioni), VI Finanze (approvati emendamenti), VII Cultura (approvati emendamenti), VIII Ambiente (con condizioni e osservazioni), IX Trasporti (con osservazioni),  X Attività produttive, XI Lavoro (con emendamenti),  XII Affari sociali, XIV Politiche dell’Unione europea. 

La VIII Commissione Ambiente, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle politiche di prevenzione antisismica e sui modelli di ricostruzione a seguito di eventi sismici, ha svolto l’audizione degli Uffici di presidenza dei Consigli regionali delle Marche, dell’Umbria, dell’Abruzzo e del Lazio.

 

14-20 novembre

La V Commissione Bilancio, in sede referente, ha proseguito l’esame del disegno di legge recante Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019 (C. 4127-bis – Rel. Guerra, PD).

 

21-27 novembre

La II Commissione Giustizia, in sede di atti del Governo, ha iniziato l’esame dell’Atto n. 350, recante lo Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2014/104/UE relativa a determinate norme che regolano le azioni per il risarcimento del danno ai sensi del diritto nazionale per violazioni delle disposizioni del diritto della concorrenza degli Stati membri e dell'Unione europea (Rel. Ferranti, PD).

La V Commissione Bilancio ha concluso, conferendo al relatore mandato a riferire favorevolmente all’Assemblea, l’esame del disegno di legge recante Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019 (C. 4127-bis – Rel. Guerra, PD). Sono stati altresì designati due relatori di minoranza (Cariello, M5S e Melilla, SI-SEL). La Commissione si è poi riunita in sede di comitato dei nove per l’esame del provvedimento in Assemblea.

 

28 novembre-4 dicembre

La VIII Commissione Ambiente ha iniziato l’esame in sede referente del D.L. 189/2016 C. 4158 Governo, approvato dal Senato, recante Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016 (Rel. Carrescia, PD).
 

Senato

Attività dell'Assemblea

7 novembre-4 dicembre

L'Aula di Palazzo Madama, nella seduta antimeridiana del 10 novembre, ha approvato il ddl n.119, recante modifiche alla legge 6 dicembre 1991, n. 394, e ulteriori disposizioni in materia di aree protette. Il testo passa alla Camera.

Nella seduta antimeridiana del 10 novembre il Senato ha approvato il Doc. XXII n. 5, recante l'istituzione di una Commissione d'inchiesta sugli eventi sismici del 6 aprile 2009 in Abruzzo.

Nella seduta di mercoledì 23 novembre il Senato ha approvato, con modifiche, l'A.S. n. 2567 di conversione del decreto-legge n. 189, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto. Il testo passa alla Camera.
 

Attività delle Commissioni

7-13 novembre

La Commissione II Giustizia ha esaminato il ddl n. 2291 e connesso, concernente modifiche al codice penale in materia di reati contro la pubblica amministrazione, fissando il termine di presentazione degli emendamenti alle ore 18 del 22 novembre (seduta del 9 novembre).

È scaduto giovedì 10 novembre, in Commissione V Bilancio, il termine per la presentazione di emendamenti al ddl n. 2567, di conversione in legge del decreto-legge n. 189, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016.

Martedì 8 novembre la Commissione VI Finanze  ha portato avanti la trattazione del ddl n. 2263, sul recupero dei crediti insoluti nella pubblica amministrazione.

Mercoledì 9 novembre la Commissione XIII Ambiente ha proseguito l'esame del ddl n. 2541, recante misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli Comuni, posticipando alle ore 12 di venerdì 18 novembre il termine per la presentazione degli emendamenti. In Ufficio di Presidenza, martedì 8 novembre, è intervenuto il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Agrigento, Luigi Patronaggio, sull'Affare assegnato n. 853, sulle problematiche ambientali connesse alla demolizione dell'edilizia abusiva.

 

14-20 novembre

La Commissione Bilancio, nella seduta del 15 novembre, con la relazione del sen. Lai ha avviato l'esame del ddl n. 2594 di conversione in legge del decreto-legge n. 205, recante nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni e dei territori interessati dagli eventi sismici del 2016. L'esame è proseguito anche mercoledì 16 novembre. Nelle sedute di mercoledì 16 e giovedì 17 novembre la Commissione ha portato avanti anche la trattazione dell'A.S. n. 2567, di conversione in legge del decreto-legge n. 189, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto.

Le Commissioni Riunite IX Agricoltura e XIII Ambiente, in Ufficio di Presidenza, martedì 15 novembre hanno svolto l'audizione di rappresentanti di Città Amica e del Forum italiano dei movimenti per la terra e il paesaggio sui ddl n. 2383 e connessi, in materia di contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato.
 

21-27 novembre

Martedì 22 novembre in Commissione II Giustizia nell'ambito dell'esame del ddl n. 2291, recante modifiche al codice penale in materia di reati contro la pubblica amministrazione, è stato posticipato alle ore 18 del 6 dicembre il termine per la presentazione degli emendamenti.

Martedì 22 e mercoledì 23 novembre la Commissione XIII Ambiente ha portato avanti l'esame del ddl n. 2541, recante misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni. Giovedì 24 novembre è intervenuto il Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, sull'Affare assegnato n. 853, sulle problematiche ambientali connesse alla demolizione dell'edilizia abusiva.

 

28 novembre-4 dicembre

Nessun tipo di attività da rilevare di interesse per gli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

 

Normativa pubblicata sulla GURI

7 novembre-4 dicembre

Decreto-Legge 11 novembre 2016, n. 205

(in G.U.R.I. 11 novembre 2016 n. 264)

Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni e dei territori interessati dagli eventi sismici del 2016.
 

Senato Della Repubblica

Delibera 10 novembre 2016 

(in G.U.R.I. 16 novembre 2016 n. 268)

Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulla ricostruzione della città dell'Aquila e degli altri Comuni interessati dal sisma del 6 aprile 2009.
 

Presidenza del Consiglio dei Ministri Conferenza Unificata

Intesa 20 ottobre 2016 

(in G.U.R.I. 16 novembre 2016 n. 268)

Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e i Comuni concernente l'adozione del regolamento edilizio-tipo di cui all'articolo 4, comma 1-sexies del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380.
 

Autorità Nazionale Anticorruzione

Delibera 26 ottobre 2016 

(in G.U.R.I. 22 novembre 2016 n. 273)

Linee guida n. 3, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Nomina, ruolo e compiti del responsabile unico del procedimento per l'affidamento di appalti e concessioni”. (Delibera n. 1096).
 

Autorità Nazionale Anticorruzione

Delibera 26 ottobre 2016 

(in G.U.R.I. 23 novembre 2016 n. 274)

Linee guida n. 4, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Procedure per l'affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici”. (Delibera n. 1097).
 

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Decreto 21 settembre 2016 

(in G.U.R.I. 25 novembre 2016 n. 276)

Istituzione del fondo per la progettazione preliminare e definitiva degli interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto.
 

Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 222 

(in G.U.R.I. 26 novembre 2016 n. 277)

Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124.
 

Presidenza Del Consiglio Dei Ministri - Il Commissario del Governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 Agosto 2016

Ordinanza 17 novembre 2016 

(in G.U.R.I. 28 novembre 2016 n. 278)

Riparazione immediata di edifici e unità immobiliari a uso abitativo e produttivo danneggiati dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 e successivi, temporaneamente inagibili. (Ordinanza n. 4).
 

Autorità Nazionale Anticorruzione

Delibera 16 novembre 2016 

(in G.U.R.I. 30 novembre 2016 n. 280)

Rettifica delle Linee guida n. 1/2016 relative all'affidamento dei servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria.
 

Legge 1 dicembre 2016, n. 225

(in G.U.R.I. 2 dicembre 2016 n. 282)

Testo del decreto-legge 22 ottobre 2016, n. 193 (in Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 249 del 24 ottobre 2016), coordinato con la legge di conversione 1° dicembre 2016, n. 225, recante: “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili”.
 

Autorità Nazionale Anticorruzione

Delibera 16 novembre 2016 

(in G.U.R.I. 3 dicembre 2016 n. 283)

Linee guida n. 5, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell'Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici”. (Delibera n. 1190).

 

Normativa comunitaria in corso di approvazione

7 novembre-4 dicembre

La Commissione propone modifiche alla normativa antidumping e antisovvenzioni dell'UE

(9 novembre 2016)

Servizi: la Commissione europea chiede all’Italia di eliminare gli ostacoli ingiustificati alla prestazione di servizi nel mercato unico

(17 novembre 2016)

La Commissione recepisce i risultati di tre valutazioni, in linea con la sua proposta di rafforzare ed espandere il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), che costituisce il nucleo del piano di investimenti per l'Europa

(29 novembre 2016)
 

Normativa pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Ue

7 novembre-4 dicembre

Regolamento (UE) 2016/2015 della Commissione, del 17 novembre 2016, che applica il regolamento (CE) n. 808/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche comunitarie sulla società dell'informazione 

(in G.U.U.E. L 312 del 18 novembre 2016)

Direttiva (UE) 2016/2102 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 ottobre 2016, relativa all'accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici 

(in G.U.U.E. L 327 del 2 dicembre 2016)